NUOVE OPZIONI TERAPEUTICHE all’orizzonte per i DIABETOLOGI ITALIANI